Mani d’attacco

La mano d’attacco è l’applicazione di emulsione bituminosa, eseguita prima o durante la stesa del conglomerato bituminoso a caldo, che ha lo scopo di migliorare e garantire l’adesione e il perfetto ancoraggio del nuovo strato al sottostante. Questo con il duplice scopo di evitare “slittamenti” tra gli strati e realizzare una collaborazione strutturale tra essi, facendoli lavorare come un corpo unico che distribuisca sollecitazioni e deformazioni all’intera struttura e non solo allo strato superficiale.

 

La scelta del giusto prodotto e del corretto dosaggio permette di allungare la vita utile ed il comfort della pavimentazione stradale.

01.

Migliorare e garantire adesione

02.

Emulsioni realizzate "su misura"

La posa in opera della mano d’attacco realizzata con emulsione bituminosa, rispetto a quella con bitume a caldo, offre anche il vantaggio di poter operare su superfici umide, con più garanzie per la qualità e omogeneità ed offre benefici sulla sicurezza dei lavoratori (essendo posata in opera a temperatura ambiente) e in generale sull’ambiente (minori emissioni di CO2).

 

Le emulsioni bituminose da impiegare per la mano d’attacco sono BITEMULSION 55, BITEMULSION 55A, BITEMULSION 60, BITEMULSION 65, BITEMULSION 69.

 

Bitem offre anche delle emulsioni bituminose realizzate “su misura”, variando e predeterminando precisamente determinati parametri come la viscosità, stabilità e velocità di rottura dell’emulsione bituminosa, sulla base di specifiche caratteristiche legate agli obiettivi dell’intervento di progetto e delle modalità della posa in opera.

Per applicazioni che necessitino di prestazioni maggiori si impiegano le emulsioni bituminose modificate. Esse presentano una maggiore adesione, coesione ed elasticità del legante residuo e permettono di ottenere maggiori resistenze tangenziali all’interfaccia, una maggiore durabilità della mano d’attacco (e quindi della pavimentazione stradale) ed una maggiore impermeabilizzazione.
Sono quini impiegate maggiormente in campo autostradale, al di sotto degli strati drenanti e fonoassorbenti ed in ambito aeroportuale.

 

Le emulsioni bituminose modificate sono BITEMULSION 60 ML, BITEMULSION 65 ML, BITEMULSION 69 ML.

 

Infine, vi è la mano d’attacco speciale, per la realizzazione delle membrane a freddo definite S.A.M.I. (Stress Absorbing Membrane Interlayer) atte a garantire un perfetto ancoraggio tra gli strati, impermeabilizzare gli strati sottostanti e prevenire la risalita di eventuali fessure dagli strati inferiori (bottom-up) e la trasmissione delle stesse dall’usura agli strati sottostanti (top-down), da realizzarsi con BITEMULSION 69 SAMI.

03.

Emulsioni bituminose modificate